Dove operiamo

La nostra associazione opera a Kesarapalli, un villaggio a circa 15 km dalla città di Vijayawada, nel grande stato dell’Andhra Pradesh.

L’Andhra Pradesh si trova nell’India centro-meridionale e costeggia la Baia del Bengala. La capitale è Hyderabad. L’Andhra Pradesh è fra gli stati più poveri della federazione indiana: occupa infatti il 26° posto come reddito pro – capite. Il tasso di analfabetismo è superiore alla media nazionale, che è del 42%. Qui, infatti, gli analfabeti sono quasi i due terzi della popolazione. L’economia è essenzialmente agricola, e le colture sono soggette ai capricci dei monsoni. La piovosità è nel complesso elevata ma è concentrata in pochi mesi l’anno. Il caldo invece è pressoché costante: la temperatura media è sui 32 gradi con punte fino a 50 gradi d’estate. L’umidità è sempre molto alta. Vijayawada

L’Andhra Pradesh soffre di mancanza di energia elettrica, un po’ come quasi tutta l’India, e questo comporta problemi notevoli per gli ospedali, la conservazione dei cibi, le attività produttive in generale. Sono ancora diffuse malattie come la lebbra e la tubercolosi mentre elevato è anche il numero dei portatori di handicap, a causa dei numerosi matrimoni fra consanguinei dovuto soprattutto a motivi economici: sposandosi fra consanguinei, infatti, non si paga la dote della sposa – onere piuttosto pesante per le famiglie indiane – o in ogni caso i soldi non escono dal nucleo parentale.

Particolarmente pesante è poi la situazione dei fuori casta o intoccabili. Infatti l’antica struttura in caste – le quattro originarie: sacerdoti, guerrieri, artigiani e mercanti, contadini e servitori, da cui si sono originate numerose sottocaste – continua a permanere nella mentalità sociale dell’India, benché siano state ufficialmente abolite dalla costituzione del 1950.

I fuori casta sono così esclusi da tutta una serie di lavori e professioni, spesso le più redditizie, e non hanno possibilità di ascesa sociale tramite matrimoni o imparentamento. Questa situazione provoca un alto numero di abbandoni di bambini. Molti sono i bambini che vivono in strada, spesso di espedienti, di attività illegali oppure sono soggetti a forme di sfruttamento di vario tipo, non ultimo quello sessuale.

Vijayawada è situata sul fiume Krishna, sulla costa orientale lungo il golfo del Bengala. Vijayawada non è una città interessante, e pochi turisti si fermano qui, ma, essendo uno dei nodi ferroviari più importanti della nazione. è la località più comoda da cui partire per visitare questa parte dell’India.

Gli abitanti di Vijiayawada e dintorni si dedicano essenzialmente alla coltivazione del riso, che è il cereale più diffuso: esso costituisce l’elemento dominante del paesaggio agricolo di questa zona.

Solitamente si effettuano due raccolti all’anno. Tuttavia, quando si verifica il fenomeno del monsone secco, tutto o quasi va perduto per la siccità. Lo stesso avviene, al contrario, quando il monsone dà luogo a piene paurose, cui fanno seguito alluvioni disastrose che distruggono i raccolti e le povere capanne dei contadini. Questo significa disoccupazione, niente lavoro, letteralmente la fame. capanne

Le realtà relative all’infanzia, come si può immaginare, sono talvolta drammatiche. L’estrema povertà, la morte dei genitori e l’abbandono penalizzano di fatto i bambini anche nella possibilità di una elementare educazione scolastica, e quindi di un loro più dignitoso futuro.